La cristallizzazione medica del Medioevo

Durante il Medioevo la medicina è principalmente pratica, con un insegnamento diretto sull’uso di presidi terapeutici derivati della antichità, mescolata con riti religiosi e mistici. Le idee sull’origine delle malattie e delle cure erano spesso basate su una visione della vita in cui il destino, il peccato, e le influenze astrali giocavano un grande ruolo.

L’Annunciazione del Beato Angelico

Il capolavoro dell’Annunciazione mostra la profonda evoluzione dello stile nel pittore domenicano, a partire dagli anni ’40 infatti la sua arte si fa spoglia, essenziale e volta a una ricerca stilistica e poetica. Questo rigore formale si individua negli ambienti architettonici spogli, nudi e privi di elementi decorativi, nei paesaggi antinaturalistici, desertici e lunari, nelle figure limitate nel numero che riprendono disposizioni paratattiche neotrecentesche i cui gesti divengono pacati e gravi, nel colore intriso di luce ma ridotto alle componenti cromatiche elementari austere di pigmenti puri.

Il Ferro

Le prime testimonianze dell’utilizzo del ferro risalgono circa a 4000 anni a.C. quando gli Ittiti e i Sumeri lo impiegavano per la produzione di punte di lance e di gioielli, partendo dal ferro ricavato dai meteoriti.